“Bel Cant”, i cori si fanno in quattro

Da la Gazzetta di Parma del 02/11/2102.

Rassegna Bel cant 2012La nostalgia di un coro alpino, l’energia del negro spiritual, la vocalità aperta del canto emiliano: sono tanti gli aspetti della musica popolare cui sarà dedicato l’annuale appuntamento con il «Bel Cant», rassegna corale organizzata dal Coro CAI Mariotti di Parma.
Sabato 10 novembre alle 21 si alterneranno sul palcoscenico del Teatro Regio quattro formazioni corali, differenti per provenienza e repertorio. Aprirà la manifestazione il coro organizzatore, il Cai Mariotti che, diretto da Giambernardo Ugolotti, offrirà un programma molto vario, dai canti sacri e folclorici come una «Ave Maria» sarda, al Trumpet Voluntary seicentesco di Jeremiah Clarke. Il coro «L’incontro musicale» di Sorbolo (diretto da Eva Lusnia) interpreterà alcuni brani di musica antica, come «Il bianco e dolce cigno» di Jacob Arcadelt, alternati a pagine popolari, tra cui una filastrocca armonizzata da Giacomo Monica. Dal veronese arriva il coro «Città di Soave» diretto da Gianluca Brigo e composto da una trentina di elementi, il cui repertorio abbraccia elaborazioni per coro maschile della tradizione corale veneta e del folclore internazionale, affrontando anche brani polifonici e negro-spirituals. Infine il coro «La Baita», di Scandiano (RE) guidato da Fedele Fantuzzi, porterà un repertorio tutto emiliano, frutto di intense ricerche etnomusicologiche svolte registrando il canto degli anziani contadini. Il loro programma sarà quindi costituito da queste melodie popolari riproposte in una veste armonica rinnovata, che si rifà alle caratteristiche del canto popolare emiliano: vocalità aperta, sonorità possente e brani solistici con accompagnamento.
La trentunesima edizione della Rassegna del «Bel Cant», presentata da Enzo Petrolini, è stata resa possibile dalla Fondazione Teatro Regio, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Parma e il sostegno di Immergas di Brescello, Centro Gamma Carlo Vender, Agenzia Parma Bernini della Toro Assicurazioni, Caseificio La Traversetolese e Federmanager Parma.
I biglietti (costo 15,00 euro) sono acquistabili in prevendita presso il negozio di Azzali Editori (Via Carducci, 22) e, il giorno della manifestazione, alla biglietteria del Teatro Regio.